Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

pera butirra monteveglio

Alla classe delle Pere Butirre appartengono numerosissime cultivar. Secondo la definizione datane da Tamaro (1915), si tratta di "tutte quelle che hanno la forma tipica della specie, indipendentemente dal colore, e cioè ben tornita, senza protuberanze, più lunghe che larghe, oppure di uguale lunghezza della larghezza, e non tanto incavate intorno al picciolo, anzi appuntite, la polpa affatto liquescente". Da quest'ultima particolarità deriva il loro nome: negli scritti di Gallesio (1817-39) sulla Butirra bianca, si legge: "la sua polpa è un vero butirro: bianca, delicata e gentile, essa si scioglie in bocca in una pasta morbidissima, mista ad un sugo abbondante e grazioso che vince, anche in sapore, quello di qualunque altra pera". Il nome Beurré venne applicato solo a partire dal 1625 (Leroy, 1879).

Periodo raccolta: luglio-agosto

Torna a Frutti Antichi...