Questo sito utilizza cookie per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Cliccando su "Ok, ho capito!" acconsenti all'uso dei cookie e puoi proseguire con la navigazione. Per informazioni sui cookie e su come bloccarli clicca su "Maggiori informazioni".

Il fondo agricolo Cà Vecia nasce negli anni '60.

Dopo 40 anni di gestione il nonno Edigio, detto "Pirèin", cede l'attività al nipote Alan Caselli che fonda l'Azienda Agricola.

Dal 2000, Alan con l'aiuto dei genitori e dei fratelli, lavora la terra di questo angolo di paradiso situato nella gola del Rio Ramato, all'interno del Parco Regionale dell'Abbazia di Monteveglio.

L'esperienza tramandata dal nonno unita agli studi in agraria del nipote hanno permesso all'azienda di svilupparsi da un punto di vista tecnologico, senza perdere il suo sapore antico, creando un particolare equilibrio di tradizioni ed innovazione.

Grande orgoglio della famiglia è l'antico vigneto del Saslà (Chasselas), uva da tavola tradizionalmente consumata in abbinamento al gnocco fritto. Il vigneto scampato alla fillossera, ha più di 150 anni e rappresenta un vero patrimonio storico e culturale del territorio.

Oltre a podurre frutta e verdura di stagione con procedure in armonia con il Parco Regionale, l'Azienda Agricola Cà Vecia produce anche confetture e succhi di frutta artigianali e vino naturale senza aggiunta di solfiti o addtivi.

Alan e il fratello Ivan negli ultimi anni si sono anche specializzati in lavori agricoli e di giardianaggio per conto terzi grazie all'utilizzo di moderne macchine agricole.